Genitori, Insegnanti, Educatori, Letteratura per l'infanzia

Il Coraggio di avere paura: come riconoscere e accettare le paure di adulti e bambini

La paura è utile alla crescita del bambino per attivare alcune reazioni che servono a difenderlo dai potenziali pericoli provenienti dall’ambiente esterno. Possiamo quindi affermare che sia una reazione difensiva che salvaguarda la vita e contribuisce allo sviluppo umano e alla crescita personale.

Genitori, Insegnanti, Educatori

Per un Nuovo Viaggio di Scoperta: Covid e Servizi Educativi

I servizi, nel delicato perido pandemico e post-pandemico,hanno accolto la sfida di provare a reinventarsi e a reinventare la propria quotidianità, partendo da storie estremamente diverse ma tutti mossi da un comune desiderio: continuare a fare cultura dell’infanzia.

Insegnanti, Educatori

Fatiche e risorse dell’educare ai tempi del Covid: riflessioni di fine anno educativo

È stato un anno del tutto particolare, fatto di molteplici complessità per chi ha lavorato in ambito educativo: si è navigato fra piccole e grandi situazioni da gestire, tamponi, norme, procedure, quarantene, ma anche esperienze e avventure stra-ordinarie, fatte di incontri su piattaforme di vario tipo e sorrisi con gli sguardi.

Genitori, Educatori

Il Cestino dei Tesori

Il Cestino dei Tesori, ideato da Elinor Goldschmied, psicopedagogista ed educatrice inglese, raccoglie una variegata scelta di oggetti comuni (non giocattoli) in grado di stimolare il naturale desiderio di esplorazione del bambino. 

Genitori, Insegnanti, Educatori

Aggressività: Accompagnamento, Accoglienza e Autonomia

L'aggressività è un comportamento che ha origini differenti e più complesse di quel che sembra: per questo motivo, molte volte, quando il bambino manifesta comportamenti aggressivi, notiamo subito ciò che vediamo e non quello che sottostà a questa manifestazione.

Genitori, Insegnanti, Educatori

Lasciami piangere, ma stammi vicino!

Piangere è il primo mezzo di comunicazione che utilizziamo fin dalla nascita per esprimere come stiamo. Saper accogliere il pianto di bambini e bambine, ma anche degli adulti, è la capacità di attendere, lasciare tempo e avere rispetto delle emozioni che traboccano in quel determinato momento.

Genitori, Insegnanti, Educatori

Educare alla Fantasia attraverso l’Arte

Giocando e sperimentando attraverso i sensi e il corpo, il bambino evoca situazioni felici e rassicuranti, in cui l’inverosimile e l’incredibile diventano realizzabili. E non solo! Questo gli permette anche di affrontare le difficoltà o quantomeno di renderle più controllabili, perché in tal modo sperimenta la frustrazione e i limiti in una situazione ludica sicura, dove non ci saranno conseguenze sulla realtà esterna. 

Insegnanti, Educatori, Cura di Sè

Viaggio ad Arte Sella: Opera d’arte tra Cura e Natura

Arte Sella è il luogo in cui le Opere vivono con e nella natura da più di trent’anni, esprimendo e rappresentando l’immaginario di ciascun artista che è allo stesso tempo un tutto con l’ambiente, rispettandolo e comunicando con esso senza mai sovrapporsi comunque ad esso.

Insegnanti, Educatori, Cura di Sè

Avere cura di chi cura

All’interno dei Servizi Educativi per la prima infanzia il valore dell’equipe di lavoro è di fondamentale importanza. È nel gruppo e dal gruppo che si producono energie e idee generative per la vita del servizio ed è nel clima emotivo che lo costituisce che possono esserci le premesse che definiscono il benessere dell’intero servizio.

Genitori, Insegnanti, Educatori

Famiglie e Zona Rossa: come affrontarla di nuovo?

A piccoli passi, cerchiamo di non perdere i contatti con le persone care, non lasciamoci soli in un momento di isolamento per emergenza sanitaria dovuta al Covid-19. Cerchiamo di guardare alle cose che possiamo fare e non perdiamo di vista il vero “stare bene”.

Genitori, Educatori

L’impronta emozionale nei primi tre anni di vita: l’ambientamento in tre giorni raccontato dai genitori.

Come costruire una relazione di fiducia con le famiglie fin dai primi giorni di ambientamento? Serve continuità e non frammentazione: il bambino è nel presente e perché la memoria episodica possa essere assimilata il tempo si deve impregnare di presenza materna.

Genitori, Educatori

É arrivato il momento di lasciare il pannolino?

Abbandonare il pannolino è un passo molto importante e significativo per il nostro bambino o la nostra bambina. Ovviamente i riferimenti temporali sono assolutamente indicativi, in quanto ognuno è diverso dall’altro sia a livello di “tempi” personali sia come storia evolutiva e di vita. Come possiamo sostenere i nostri piccoli in questo momento coì delicato? 

Rimani aggiornato sui nuovi corsi e articoli, sconti speciali e novità. Iscriviti alla Newsletter